Ciò che occorre per diventare un traduttore giurato

Traduttore giurato: come si diventa? Ecco il percorso da seguire!


Nell’intricato mondo burocratico ed accademico con il quale hanno a che fare ogni giorno le agenzie di traduzione italiane, vige un certo caos nel momento in cui ci si pone la domanda: traduttore giurato come si diventa?

Nel Bel Paese infatti permane una grande confusione per quanto riguarda l’argomento, poiché tecnicamente questa figura professionale manca di un riconoscimento ufficiale da parte dello Stato.

Attenzione però, come andremo a vedere tra poco lo Stato italiano riconosce sì il traduttore giurato, ma solo in quanto consulente tecnico d’ufficio (CTU) iscritto all’albo.

Infatti, il problema principale per cui non si riesce a fare chiarezza nell’ambito delle traduzioni asseverate o giurate (ma non solo queste) è che manca un albo dei traduttori. Ragion per cui manca anche il riconoscimento statale della figura specifica del traduttore giurato; figura professionale invece riconosciuta in altri paesi europei e non.

Fatte queste doverose premesse, questa figura professionale esiste de facto in Italia; ed è anche per questa ragione che per il resto dell’articolo continueremo a riferirci ad essa con il titolo di traduttore giurato.

diventare traduttore giurato presso agenzia di traduzioni

Noi di Espresso Translations abbiamo dalla nostra parte traduttori giurati in più di 150 lingue. Tutti i nostri traduttori specializzati e giurati traducono solo nella loro lingua madre e rispettano scrupolosamente gli standard qualitativi richiesti dal lavoro commissionato.

Ora però vediamo insieme come si arriva a diventare un traduttore giurato in Italia.

Scegli il giusto percorso di studi.

Per diventare un traduttore giurato si deve essere prima di tutto un traduttore professionista. Ottimi sono i percorsi universitari in mediazione linguistica, traduzione e interpretariato.

In ambito accademico, quello che interesserà, sarà soprattutto l’ambito della traduzione specialistica o specializzata. Questo tipo di traduzione è a tutti gli effetti una comunicazione interlinguistica mediata che ha come compito quello di realizzare un documento quanto più fedele al significato del testo originale. Questo documento verrà tradotto mediante il linguaggio tecnico specifico di riferimento.

Questi linguaggi tecnici spaziano in vari ambiti specialistici che possono andare da quello medico a quello ingegneristico, e toccano anche quello giuridico.

Specializzarsi in questo tipo di traduzione è un passo più che consigliato se si vuole diventare un traduttore giurato.

Una volta fatto ciò, ci sono vari modi per specializzarsi in un settore specifico professionale come può essere quello del linguaggio tecnico-giuridico. Alcuni esempi sono:

  • Seguire un master in traduzioni giuridica e legale nella lingua prescelta.
  • Seguire un percorso di esperienza sul campo presso un’agenzia di traduzioni o uno studio legale.
  • Seguire un percorso autodidattico avvalendosi di corsi online o di dizionari legali specifici nella lingua prescelta

A volte si è portati a pensare però che l’unica alternativa a questo lungo percorso di studi sarebbe essere un madrelingua bilingue. In realtà, anche in questo caso non basta solo avere la totale padronanza di entrambe le lingue trattate, ma è d’obbligo conoscere anche la variante settoriale giuridico-amministrativa di quest’ultime.

Seguita una di queste strade, potremo ritenerci finalmente pronti e fare il passo successivo per diventare un traduttore giurato.

Leggi anche: Traduzione semplice o giurata: differenze e peculiarità tra queste due tipologie di traduzione

Come diventare traduttore giurato iscrivendosi al CTU.

percorso per diventare traduttore giurato in agenzia traduzioni

Come abbiamo già detto, non esiste un vero e proprio albo dei traduttori (giurati e non). Ragion per cui, per diventare un traduttore giurato dovremo iscriverci all’albo dei CTU di un tribunale italiano.

Per fare ciò bisogna informarsi presso il tribunale cittadino prescelto riguardo le modalità di iscrizione al suddetto albo. Informarsi via sito online o in loco è d’obbligo poiché le modalità riguardanti l’accesso all’albo, i prerequisiti necessari per svolgere il lavoro, il tipo e il numero di esami da sostenere per certificare le proprie competenze linguistiche e la quota da pagare per l’iscrizione variano da caso a caso e da tribunale a tribunale.

Una volta completato ciò, il traduttore comparirà nell’elenco dei CTU nella categoria “Traduttore e Interprete” del tribunale di competenza.

Esempio di documentazione occorrente per diventare traduttore giurato

Nonostante il fatto che ogni tribunale sia una sorta di “mondo a sé” e che sorgano diverse differenze per quanto riguarda le modalità necessarie per entrarne a far parte in qualità di tecnico specializzato, la documentazione occorrente risulta quasi sempre la stessa.

Vale la pena perciò fare un esempio canonico, mostrando le istruzioni dell’albo dei CTU del Tribunale di Napoli, così da fornire delle linee guida riguardo ciò che serve per iniziare.

Per entrare a far parte dell’Albo dei CTU del Tribunale di Napoli sono dunque richiesti:

  1. Istanza in bollo diretta al Sig. Presidente del Tribunale
  2. Curriculum Vitae in formato europeo
  3. Copia del documento di identità
  4. Certificato generale del casellario giudiziale
  5. Estratto dell’atto di nascita
  6. Certificato di residenza o autocertificazione sul domicilio professionale
  7. N… certificati e/o attestazioni relativi a titoli di studio, laurea (con indicazione singoli esami), specializzazioni, diplomi, corsi, master, ecc.
  8. N… pubblicazioni (anche per estratto)
  9. Altra documentazione
  10. Ricevuta dell’avvenuto pagamento della tassa di concessione governativa di euro 168,00 da effettuarsi sul conto corrente postale n.8003 intestato all’Agenzia delle Entrate
  11. Marca da bollo di euro 16,00.

Il Tribunale di Napoli sottolinea poi che l’istanza dovrà essere presentata direttamente dall’interessato, munito di valido documento di riconoscimento o, in alternativa, da una persona munita di delega che dovrà esibire una copia del documento del delegato.

Leggi anche: Quanto costa una traduzione giurata? Ecco le principali indicazioni di costo

L’importanza del traduttore giurato

Come abbiamo visto, la strada per poter diventare traduttore giurato richiede un percorso di studi non indifferente e un iter burocratico specifico che cambierà a seconda dell’albo dei CTU del tribunale in cui decideremo di lavorare.

Una volta raggiunto questo obiettivo, ricordiamo sempre che questo è un lavoro carico di responsabilità, che prevede anche sanzioni severe se non si rispettano gli accordi legali e gli standard qualitativi previsti.

È per questo che noi di Espresso Translations ci avvaliamo del supporto di traduttori giurati e specializzati di comprovata professionalità in più di 150 lingue, ma che traducono esclusivamente nella loro lingua madre.

Sei Pronto Per Cominciare?

Inviaci la tua richiesta ed i dettagli del progetto, e ti risponderemo entro un’ora con un preventivo competitivo.