7 ragioni per smettere di pensare a Google Traduttore come ad uno strumento professionale

Ecco quali sono i motivi per cui Google Traduttore risulta inadeguato  per i lavori di traduzione professionale.


Per quanto si possa definire il programma di Google un traduttore professionale, questo non ha niente a che vedere con le figure tecniche di un’agenzia di traduzione professionale. Infatti i traduttori madrelingua sono assolutamente insostituibili nei lavori che richiedono un’attinenza a testi e contesti in ambito medico, legale ed editoriale.

Se un tempo per tradurre dei testi serviva avere una conoscenza minima della lingua straniera e un po’ di dimestichezza con i dizionari, oggi il progresso tecnologico ha portato a creare e ottimizzare dei programmi informatici in grado di trasporre dei contenuti scritti dall’italiano in un vasto numero di lingue straniere.

Tali programmi sono conosciuti come traduttori automatici e tra questi spicca quello messo a disposizione dal principale motore di ricerca, Google. Il servizio traduzioni è completamente gratuito e permette di tradurre porzioni di testo, ma presenta dei limiti.

Per svolgere questa tipologia di incarichi è infatti necessario rivolgersi alle agenzie di traduzione certificate presenti sul proprio territorio, come la nostra: Espresso Translations.

Pregi e difetti della traduzione automatica

google traduttore o agenzia di traduzioni professionali

Con la traduzione automatica si fa riferimento a tutti quei programmi elettronici che sono stati creati per semplificare e velocizzare la pratica della traduzione. Definita anche Machine translation, nasce dalla commistione fra tre materie: la linguistica computazionale, la scienza della traduzione e la scienza informatica.

Molti traduttori, come quello messo a disposizione da Google, sono strumenti gratuiti e consultabili in rete. Attualmente, i software per l’interpretazione e trasposizione testuale possono completare le traduzioni on line in più lingue nel giro di pochi secondi.

Ma questi programmi hanno un limite: i metodi utilizzati per effettuare le traduzioni si basano su paragoni lessicali, sintattici e testuali che fanno riferimento a un insieme di informazioni raccolte, ma limitate, in un determinato database.

Inoltre manca la capacità di mediazione, con cui un messaggio viene adeguato in maniera ottimale al contesto di arrivo, caratteristica che contraddistingue l’uomo e non la macchina. Per questa ragione, alcune trasposizioni fatte tramite il traduttore professionale di Google presentano un testo che non ha una coerenza interna e che, in alcuni casi, risulta anche di difficile comprensione.

Nonostante certe lacune, i traduttori automatici possono comunque essere una buona alternativa alla traduzione manuale, soprattutto se usati come supporto e nei casi in cui non si necessiti di traduzioni inerenti a documenti sensibili, ad esempio quelli legali.

Leggi anche: Traduzioni tecniche professionali: quali differenze rispetto a quelle via software?

Come funziona Google Traduttore?

traduzioni on line con google traduttore

Immesso nel mercato e reso attivo a livello informatico nei primi anni 2000, Google Traduttore professionale è forse uno dei primi software a uso libero e completamente gratuito che opera le traduzioni on line in numerose lingue.

Il programma è basato su un sistema analitico e statistico che sfrutta le comparazioni di corpora linguistici memorizzati in una banca dati interattiva, per poi trovare le corrispondenze idiomatiche e tradurre parole, frasi e testi.

È in grado supportare più di 500 coppie di lingue e può tradurre abbondanti porzioni di testo. Risulta essere un buono strumento di supporto per le traduzioni, ma a causa della sua poca flessibilità linguistica e concettuale non risulta adatto a traduzioni che devono rispettare criteri assoluti di verosimiglianza e sensatezza testuale.

Noi di Espresso Translations sappiamo bene che, in alcuni particolari contesti lavorativi, le traduzioni dei documenti devono rispettare determinate caratteristiche e per questo motivo non affidiamo il lavoro a un programma automatico, ma a personale formato e specializzato nella interpretazione e trasposizione multilingue.

Nonostante i progressi tecnologici abbiano fatto avanzare il software di traduzione automatica Google da Statistical Machine Translation a Neural Machine Translation, il risultato finale è che non può comunque essere usato per tradurre documenti ufficiali che possiedono un linguaggio tecnico difficilmente interpretabile dall’algoritmo del programma.

Inoltre, Google Traduttore sembra dare dei risultati migliori quando la lingua di destinazione è l’inglese e quella d’origine appartiene al territorio europeo.

Leggi anche: Traduzione di documenti del tribunale nelle cause civili: ecco quando occorrono

Perché Google Traduttore non è uno strumento professionale

In molti si chiedono per quale motivo Google Traduttore non possa essere ritenuto uno strumento adeguato per traduzioni professionali.

Grazie all’esperienza accumulata nel campo delle traduzioni specialistiche, noi di Espresso Translations possiamo affermare che vi sono almeno 7 motivi per i quali Google Traduttore non può sostituire la figura professionale del traduttore madrelingua:

  1. Google Traduttore opera su corrispondenze, questo significa che opera le traduzioni a prescindere dalla grammatica;
  2. Non garantisce una trasposizione fedele e affidabile al testo originale, soprattutto nei casi di terminologie rare e contestualizzazioni ambigue;
  3. Lavora su base statistica e quindi le sue traduzioni on line sono il risultato di una comparazione incrociata di testi già tradotti raccolti in un data base. Purtroppo la maggior parte della documentazione non risulta di grande aiuto nella traduzione di documenti tecnici;
  4. Non possiede capacità di mediazione, a differenza del cervello umano che è in grado di adattare qualsiasi messaggio al contesto di arrivo;
  5. Essendo le lingue estremamente complesse e in continuo cambiamento, il sistema di traduzione automatica di Google non è sempre in grado di coglierne le sfumature idiomatiche come i modi di dire, le innovazioni come i neologismi, o le parole con valore polisemantico;
  6. Google traduttore non può realizzare documenti giurati e non può dare valore legale alla traduzione;
  7. Il traduttore automatico farà un lavoro incompleto poiché, rispetto a un traduttore madrelingua professionale, non opererà la revisione del testo e presenterà errori di tipo semantico e lessicale.

Per questi motivi è bene considerare Google Traduttore non come uno strumento per traduzioni professionali, ma come uno strumento di supporto al lavoro di traduzione che si desidera fare, salvo quei casi in cui si debbano redigere documenti tecnici che necessitano di asseverazione della traduzione e legalizzazioni.

Sei Pronto Per Cominciare?

Inviaci la tua richiesta ed i dettagli del progetto, e ti risponderemo entro un’ora con un preventivo competitivo.