La localizzazione siti web con WPML

Il sito web multilingue rappresenta una risorsa importante per molte aziende che desiderano espandere il proprio business all’estero.

Talvolta si preferisce impostare un sito web in inglese, ossia la lingua utilizzata per convenzione per comunicare nel mondo, di modo che possa essere compreso e consultato da chiunque.

In realtà oggi le nuove risorse informatiche permettono di creare siti web multilingua in maniera estremamente semplice e funzionale.

Perchè creare un sito web multilingua?

Perchè certe volte l’inglese non basta.

Se si desidera che il messaggio contenuto nel sito web venga compreso alla perfezione da un pubblico straniero, allora bisognerà intraprendere la strada della localizzazione in lingua locale.

Generalmente si preferisce creare un sito web su piattaforma multilingua quando si tratta di un e-commerce o di un sito più in generale di presentazione e vendita di un prodotto o un servizio, ma esistono ovviamente molti casi differenti.

Gli esperti di Espresso Translations ci spiegano come procedere alla localizzazione dei siti web con WPML.

Cos'e' la localizzazione di un sito web

La localizzazione di un sito web altro non è che quell’opera di traduzione e adattamento dei testi e talvolta del layout di un sito con lo scopo di renderlo comprensibile e d’impatto per un pubblico diverso dall’originale.

Non si tratta dunque di una semplice traduzione letterale, ma di una vera e propria rivisitazione dei testi e della struttura del sito stesso.

Ogni paese ha infatti la propria cultura, le proprie usanze ed espressioni dialettali.

Localizzare un sito web significa tenere conto di queste differenze e utilizzarle a proprio favore per facilitare la veicolazione di un messaggio.

Cos'e' WPML

Localizzazione Siti Web con WPML

WPML è un semplice plug-in multilingue per wordpress, una delle più celebri piattaforme di creazione e gestione di siti web.

Questo strumento promette di semplificare la localizzazione di un sito web multilingua, oltre che la sua gestione nel tempo, non solo per quanto riguarda le pagine del sito, ma anche i testi del tema stesso, i menu e le impostazioni personalizzate.

WPML consente dunque di semplificare la creazione di siti web multilingua, adattandosi a tutti i principali temi e plug-in in uso sul web.

Creare un sito multilingua con WordPress: gli errori da evitare

Come abbiamo visto, WordPress è la più celebre piattaforma per la creazione di siti web sia monolingua che multilingua.

La sua interfaccia intuitiva e la possibilità di attivare alcuni tra i migliori plug-in in circolazione la rendono una delle piattaforme più utilizzate nel mondo per la creazione di siti web.

Nonostante tutto questo, quando si decide di localizzare un sito multilingua bisogna fare attenzione a non commettere alcuni errori frequenti.

Uno degli errori che si verifica più di frequente riguarda il dominio del sito web, che nel caso di creazione di un sito multilingua deve essere necessariamente internazionale, così come le URL del sito, che devono essere differenti per ciascuna lingua.

In secondo luogo troviamo errori legati alla strategia di marketing, la quale non può essere semplicemente tradotta in maniera letterale, ma è importante che venga adattata per il paese specifico di destinazione.

Un altro errore particolarmente grave riguarda l’uso di correttori automatici per la trasposizione dei testi.

Per quanto questi strumenti di traduzione siano sempre più avanzati ed accurati, non sono ancora in grado di restituire testi corretti e scorrevoli.

Come abbiamo visto, infatti, in questi casi la traduzione letterale non è sufficiente, ma, affinché il sito abbia successo, necessita di essere localizzato per il paese di destinazione.

La procedura usata dalle agenzie per la localizzazione di un sito web

Scegliere servizio traduzione

È oramai chiaro che la localizzazione è estremamente importante in quanto da un lato permette di rendere più semplice e chiaro il messaggio di marketing presentato sul sito web, dall’altro perché permette di ottimizzare il sito stesso per i motori di ricerca locali del paese in target.

Per questo motivo molte aziende decidono di affidarsi ad agenzie di traduzione specializzate nella localizzazione di siti web.

Quali sono le procedure utilizzate dalle agenzie di traduzione per la localizzazione dei siti web?

Dato che non tutti i siti web sono uguali, sia nella struttura che nel messaggio, anche le procedure di localizzazione non sono tutte uguali ma si devono adattare necessariamente al caso specifico che si sta trattando.

Esistono alcuni plug-in e translation proxy, come per esempio WPML, che facilitano questo processo di localizzazione e gestione di un sito web multilingua, ma non sempre vengono utilizzati in quanto, pur riconoscendone i numerosi pregi, presentano dei limiti che talvolta mal si adattano allo scopo finale del sito o dell’e-commerce.

Poi ancora dipende dall’entità del lavoro di traduzione: la localizzazione di un piccolo sito web di poche pagine richiederà procedure e sforzi differenti da un complesso e-commerce contenente centinaia di prodotti in vendita.

Nel caso si debba localizzare il sito web per intero, partendo da zero, allora generalmente si preferisce fornire ai tecnici direttamente l’accesso al backend del sito web, di modo che la piattaforma possa essere impostata per supportare il sito multilingua.

In caso contrario, qualora si debbano semplicemente tradurre degli articoli o dei testi di un sito web, allora si possono fornire al traduttore semplicemente o i testi in formato Word, oppure i file XLIFF da tradurre, magari indicando il link alla pagina di destinazione per contestualizzare meglio il testo.

Alcuni plug-in come WPML permettono inoltre di esportare automaticamente i contenuti di una pagina in formato Word o Excel di modo da facilitare questo processo di traduzione.

Richiedi un Preventivo

Sei Pronto Per Cominciare?

Inviaci la tua richiesta ed i dettagli del progetto, e ti risponderemo entro un’ora con un preventivo competitivo.