Mutui, certificati e contratti: 3 punti chiave da conoscere quando devi tradurre documenti ufficiali

Traduzione documenti ufficiali? Ecco gli elementi cardine che devi assolutamente conoscere.


La traduzione di documenti ufficiali è ormai divenuta una necessità al giorno d’oggi a causa dell’intensificazione degli scambi economici, culturali e sociali che caratterizzano il nostro secolo. Per tale motivo sono cresciute a dismisura le richieste alle agenzie di traduzione, al fine di trasporre documenti ufficiali dalla lingua di origine a quella straniera e viceversa.

A ben vedere sono proprio i documenti ufficiali che attestano l’identità e lo stato sociale di una persona e che posseggono una valenza legale infra-territoriale.

Di seguito verranno trattati 3 punti chiave da conoscere quando si ha l’esigenza di tradurre documenti ufficiali dalla lingua nazionale a quella straniera e viceversa, che si sia persone fisiche o società:

  1. Cos’è la traduzione di un documento ufficiale;
  2. Chi traduce i documenti ufficiali;
  3. La differenza tra traduzione asseverata, certificata e con apostille.

1. Cos’è la traduzione di un documento ufficiale?

agenzia di traduzione per documenti ufficiali

Quando parliamo di traduzione di documenti ufficiali intendiamo quelle traduzioni che riguardano testi di valore giudiziario quali: certificati, documenti personali, contratti, mutui e via dicendo. La traduzione di un documento ufficiale può essere richiesta per ragioni varie ed eventuali, come ad esempio un semplice cambio di residenza.

La prima cosa da fare è affidarsi a figure professionali che, tramite le agenzie di traduzione come Espresso Translations, sono a conoscenza di tutte le caratteristiche che un testo ufficiale deve possedere e mantenere nel momento in cui viene tradotto da una lingua a un’altra.

È infatti fondamentale che il testo ufficiale venga riportato nella lingua di destinazione usando un vocabolario specifico e il più vicino possibile a quello originale. Inoltre, il testo ufficiale dovrà essere conforme in tutto e per tutto a quello originale e riportare medesimi timbri e firme.

Infine è di estrema importanza rivolgersi a professionisti con esperienza nel campo giuridico, in grado di operare una comprensione del testo profonda e fare una traduzione fedele del documento ufficiale che rispetti l’ordinamento di partenza e rientri allo stesso tempo nella terminologia giuridica del paese di arrivo.

Leggi anche: L’importanza dell’asseverazione nella traduzione dei documenti legali

2.Chi traduce i documenti ufficiali?

Per tradurre documenti ufficiali è necessario affidarsi a professionisti quali i traduttori madrelingua con conoscenze in ambito giuridico. Oggi sono numerose le agenzie di traduzione che svolgono queste mansioni in maniera veloce e soddisfacente.

Ad esempio, Espresso Translations è un’agenzia traduzioni di Milano che offre dei servizi di traduzione on line professionali in più di 150 lingue.

La traduzione di un documento ufficiale non può essere fatta in autonomia poiché richiede l’uso di un gergo tecnico che solo i professionisti del settore sono in grado di utilizzare.

Inoltre le agenzie che effettuano traduzioni professionali operano una correzione di bozze e un editing professionale e garantiscono la migliore resa possibile della traduzione e l’adattamento al testo originale a norma di legge, senza incorrere nel rischio di invalidarne la legittimità.

Esistono poi tra i documenti ufficiali diverse tipologie di scritture e attestati. Alcune rispetto ad altre contengono dati particolarmente sensibili, come nel caso degli atti notarili. È dunque importante sapere a chi rivolgersi per la traduzione dei documenti ufficiali, in maniera tale da affidare il lavoro a professionisti in grado di redigere un documento valido.

La traduzione dei documenti ufficiali in Italia richiede una convalida da parte di specifici organi di controllo che ne attesti la conformità al documento originale, la validità e legalità. Questa si può ottenere tramite tre procedure non necessariamente complementari far loro: asseverazione, certificazione e apostille.

Leggi anche: Traduzione giurata di patente straniera: ecco come funziona in Italia

3.Differenze tra traduzione asseverata, certificata e apostille

Differenze tra traduzione asseverata certificata e apostille

Capita spesso che i non addetti ai lavori siano confusi riguardo ai termini accennati in precedenza ed è dunque buona norma cercare di fare chiarezza sulle differenze tra traduzioni asseverate, certificate e con apostille, questo poiché qui in Espresso Translations ci premuriamo di garantire tutti questi servizi di traduzione ai nostri clienti.

  • Traduzione certificata: sono dette traduzioni certificate quelle scritture accompagnate da una Certification of Translation Accuracy, un certificato emesso dal traduttore o dall’agenzia traduzioni che garantisce un lavoro preciso e accurato. Questo certificato attesta la competenza linguistica del traduttore e l’originalità del lavoro, ma non ha valore legale. In base alla tipologia dei documenti vi sono casi in cui è sufficiente la certificazione di cui sopra e non risulta necessaria l’asseverazione traduzione in tribunale.
  • Traduzione asseverata: anche detta “giurata”, è una traduzione formalizzata da un verbale di giuramento sottoscritto dal traduttore giurato professionista. Questo verbale viene allegato alla traduzione, bollato, validato e registrato presso un Tribunale, un notaio o il consolato del Paese di destinazione. La traduzione asseverata possiede valore legale. Generalmente viene richiesta per certificati pubblici e simili.
  • Traduzione con apostille: la traduzione di documenti ufficiali con apostille non è altro che una forma di legalizzazione semplificata. Attuabile solo nel caso in cui il Paese, in cui la documentazione deve essere trasmessa, fa parte degli Stati aderenti alla Convenzione dell’Aia del 1961. In caso contrario il documento procederà alla legalizzazione.

Sei Pronto Per Cominciare?

Inviaci la tua richiesta ed i dettagli del progetto, e ti risponderemo entro un’ora con un preventivo competitivo.