Traduzione Legalizzata: Quando e Come Richiederla

Cosa s’intende per traduzione legalizzata?

La legalizzazione della traduzione, come anche la traduzione giurata, si richiede per conferire piena validità legale ai documenti destinati all’estero. Innanzitutto, la traduzione legale non è da confondere con la traduzione legalizzata. Mentre la prima si riferisce alla semplice traduzione di un documento legale o giuridico, la traduzione legalizzata riguarda una procedura più complessa di riconoscimento del valore legale della traduzione attraverso l’Apostille. Di solito, per le traduzioni di documenti destinati ai Paesi dell’Unione Europea, grazie all’abbattimento delle barriere burocratiche, non dovrebbe rendersi necessario il processo di legalizzazione. Questo però non è sempre valido e conviene quindi informarsi presso l’Ente cui è destinata la traduzione. 

La procedura di legalizzazione della traduzione parte dalla ricerca del traduttore madrelingua giurato abilitato a fare traduzioni giurate presso il Tribunale di competenza. Per accedere alla lista dei traduttori abilitati è sufficiente chiamare il centralino del Tribunale di residenza o consultare il suo sito web. Nel nostro Paese, anche i Notai possono assolvere il compito di ricevere atti di asseverazione di traduzioni di atti in lingua straniera, ma la procedura più veloce ed economica rimane quella della Procura della Repubblica. Per richiedere la legalizzazione di un documento, il fascicolo cartaceo, che deve contenere la traduzione del documento, il verbale di asseverazione firmato con i dovuti timbri e marche da bollo applicate, e il timbro di legalizzazione del Procuratore della Repubblica, deve essere consegnato alle autorità all’estero o al Consolato.

Leggi anche: L’importanza dell’asseverazione nella traduzione dei documenti legali

Come si procede alla legalizzazione dei documenti 

Mentre la traduzione giurata si risolve in Tribunale allegando il verbale di giuramento del traduttore, firmato e timbrato, alla copia del documento originale e alla sua traduzione, la traduzione legalizzata prevede un ulteriore passaggio, ovvero l’apposizione della legalizzazione.
Questa procedura prevede un costo di commissione aggiuntivo per la seconda pratica legale ma i tempi di consegna sono generalmente molto brevi: massimo 2 giorni lavorativi se si tratta di lingue europee e una settimana lavorativa al massimo per le lingue meno comuni.

Per poter asseverare e poi legalizzare la traduzione, il traduttore necessita di solito dell’originale dell’atto da tradurre ma spesso si accetta anche una sua copia autentificata. Alcuni documenti (come la patente di guida), invece, si accontentano di una fotocopia dell’originale dato che all’asseverazione bisogna allegare sempre il Verbale in foglio formato A4.

Una volta tradotto e asseverato, il certificato o atto potrà essere legalizzato. Il traduttore provvede, cioè, a consegnare il fascicolo presso l’ Ufficio territoriale della Procura italiana per l’apposizione dell’ Apostille. Presso la Procura del territorio, l’ ufficio preposto, verificherà la validità legale della firma apposta sul Verbale di asseverazione e la correttezza della procedura. 

Differenze tra la legalizzazione del documento e la legalizzazione della traduzione

La procedura appena spiegata riguarda la legalizzazione della traduzione di documenti, atti o certificati dall’ Italia da dover presentare all’estero.

Per quanto riguarda la legalizzazione di atti diretti, invece, questa si ottine molto più semplicemente con la certificazione di una firma ufficiale presente su un documento:  viene controllato in appositi registri che la firma sia valida. Tale procedura prende il nome di Apostille e si usa in tutti quegli Stati che hanno aderito alla Convenzione dell’Aja il 5 ottobre del 1961, relativa all’abolizione della legalizzazione di atti pubblici stranieri.

La persona richiedente Apostille dovrà semplicemnte recarsi presso la Prefettura della propria città, nell’ufficio legalizzazioni, se si tratta di un documento o italiano, oppure rivolgersi al Consolato se si tratta di un documento estero.

Traduzione legalizzata all’estero

La legalizzazione delle traduzioni di atti all’estero può svolgersi in modalità diverse, a seconda delle procedure che adotta il Paese di interesse: la traduzione può essere legalizzata presso il Notaio o presso il Consolato. In alcuni casi specifici, si procede poi ad una seconda legalizzazione presso la rappresentanza diplomatica o consolare estera competente e accreditata in Italia.

Tuttavia, dato che la materia è regolata esclusivamente dalla legge dello Stato di destinazione, consigliamo di informarsi bene e in anticipo sulle modalità di traduzione e legalizzazione richieste dallo specifico Paese di destinazione. Per ricevere informazioni precise si consiglia di rivolgersi presso la competente rappresentanza diplomatica o consolare, individuata dagli elenchi del Ministero degli affari esteri o di fare ricerca nel sito.

Cosa s’intende per traduzione giurata

Sostanzialmente, la traduzione giurata non fa altro che assicurarsi che il testo originale sia perfettamente conforme a quello tradotto, in modo che quest’ultimo possa ottenere la stessa approvazione legale dell’originale a livello mondiale. Spieghiamo brevemente qual è la prassi di una traduzione giurata che si usa in Italia.

La traduzione viene resa ufficiale da un verbale di giuramento, con firma e timbro del professionista giurato dinanzi ad un Giudice di Pace o ad un Funzionario dell’ Ufficio del Tribunale. Sempre su questo verbale, vengono anche apposti il timbro e la firma del Pubblico Ufficiale o Cancelliere, sempre presso l’ Ufficio Asseverazioni del Tribunale oppure presso un Notaio o il Consolato del Paese di destinazione del documento tradotto. Sottoscrivendo il verbale, il traduttore si assume la piena responsabilità, civile e penale, sulla traduzione. 

In definitiva il contenuto del fascicolo finale sarà composto da tre parti: il documento originale, la traduzione ed il verbale di giuramento, il tutto firmato, timbrato e spillato insieme. Se la traduzione giurata viene separata dall’originale e dal verbale di giuramento, questa perde il suo valore legale. Il servizio di traduzione giurata di un documento è soggetto all’apposizione di marche da bollo da €16 ogni quattro pagine.

Di seguito elenchiamo alcuni esempi di documenti che richiedono sempre traduzioni giurate presso il Tribunale:

  • Documentazione relativa a veicoli acquistati e immatricolati in Paesi esteri e patenti di guida
  • Certificazione necessaria all’ottenimento della cittadinanza (certificati di nascita, di matrimonio, di divorzio, penali…)
  • Documentazione relativa a  matrimoni contratti all’estero 
  • Certificazione per l’adozione di bambini 
  • Atti giudiziari 
  • Titoli di studio o abilitazioni
  • Documenti riguardante l’eredità all’estero
  • Dichiarazione dello stato patrimoniale all’estero

Leggi anche: Dove Tradurre e Legalizzare un Documento Ufficiale

In conclusione

Sia la traduzione legalizzata che la traduzione giurata si pongono l’obiettivo della validazione di un documento, poiché in entrambe il linguista fa un’ autocertificazione, recante i suoi dati e la sua firma,  in cui dichiara che la traduzione da lui svolta è fedelmente conforme all’originale. Questo tipo di traduzione, in una lingua differente dall’originale, come è facilmente intuibile, non è alla portata di tutti. E’ importante che il clienti che ha bisogno della legalizzazione di un documento, possa affidarsi ad un’agenzia professionale e con esperienza in questo genere di servizi e che possa affidare il proprio documento personale ad un professionista con competenze specifiche nel settore d’interesse.

Se hai, ad esempio bisogno di una traduzione legalizzata del tuo documento di guida, cerca sul nostro sito e non esitare a contattare la nostra agenzia. Se hai domande sulla qualità della traduzione, su come fare la scansione per fornirci i dati o sul prezzo della traduzione legalizzata, contattaci e richiedi un preventivo rapido e gratuito. A pratica conclusa spediamo sempre il plico cartaceo finale in originale ai nostri clienti in tutta Italia.

Noi di Espresso Translations assicuriamo traduzioni legalizzate, e non solo, in numerose combinazioni linguistiche. Visita il nostro sito e contattaci per richiedere ulteriori informazioni sui nostri servizi: siamo a tua completa disposizione per restituirti un lavoro perfettamente conforme all’opera originale, in tutte le lingue che desideri.

Sei Pronto Per Cominciare?

Inviaci la tua richiesta ed i dettagli del progetto, e ti risponderemo entro un’ora con un preventivo competitivo.